Cinzia inizia giovanissima lo studio della chitarra classica e si diploma da privatista, all’ età di 18 anni, al Conservatorio “A. Boito” di Parma.
Dopo aver studiato con diversi insegnanti, approfondisce la tecnica chitarristica con il Maestro Mauro Storti, famoso ed apprezzato didatta.
In seguito studia analisi interpretativa con il compositore argentino Oscar Roberto Casares, con il quale amplia anche l’interpretazione del repertorio musicale argentino.
All’età di soli 5 anni, vince il Primo Premio al Concorso Internazionale di Milano e a 7 anni riceve il prestigioso riconoscimento “Ambrogino d’oro” dal Comune di Milano per le sue straordinarie e precoci capacità musicali.
A 10 anni si aggiudica il "Trofeo Beniamino Gigli”, a Recanati, con il punteggio di 100/100, risultato assoluto su tutte le categorie.
All’ età di 12 anni inizia la sua carriera concertistica in Italia con un concerto a Genova, a cui seguiranno numerosi altri in Italia ed all’estero; ottiene un grande consenso di critica e di pubblico che la porta ad esibirsi in Europa, Stati Uniti, Canada, Sudamerica, Messico.
Le più autorevoli riviste inglesi ed americane del settore le dedicano importanti reportage in cui viene definita “una rara combinazione di bellezza, grazia, eleganza naturale ed un profondo senso musicale con una tecnica brillante ed un suono potente ed espressivo, considerata fra i migliori esponenti del concertismo nel mondo”.
All’età di 14 anni ha già vinto 17 Premi, di cui 14 Primi Premi, in Concorsi Internazionali e Nazionali.
A 16 anni riceve, a Parma, il “Premio Franco Margola”, consegnatole dalla famiglia del compositore, per la migliore esecuzione ed interpretazione del Concerto per chitarra e archi di Margola.
A 17 anni comincia la collaborazione didattica in Francia dove tiene Master Classes come docente di chitarra.
Oltre a registrare per Antenna 3 e Rai Radio 2, ha collaborato con il compositore A. Prandi per la realizzazione di musiche inedite per chitarra; ha inciso il Compact Disc “Ritratto di Donna” per la Jump Edizioni Musicali, i cui brani vengono utilizzati oltre che dalla Rai, televisione italiana, dalle emittenti televisive nazionali in Francia, Polonia e Germania. In seguito le sue interpretazioni sono state inserite come colonna sonora di due films in Giappone ed in Francia.
Ha interpretato lo spettacolo “Sonatango” che l’ha vista protagonista esibendosi non solo come chitarrista, ma anche come ballerina di tango e cantante.
Ha inciso, inoltre, il Compact Disc “Sonatango” dedicato alla musica argentina per chitarra.
Successivamente, viene invitata dal Royal Conservatory of Toronto, dove, oltre ad essere ospite della stagione concertistica, realizza come docente di chitarra il workshop “Sonatango” relativo all’interpretazione chitarristica della musica argentina. E’ spesso invitata in Concorsi Internazionali in qualità di giurato e docente di Master Classes; ultimo in ordine cronologico il “Concurso Internacional de Guitarra de Sinaloa” in Messico.
Ha realizzato lo spettacolo “Venere” su musiche eseguite dal vivo e composte da lei, in collaborazione con la compagnia di danza “Performing Danza”: l’universo femminile raccontato attraverso la musica e la danza.
Al concertismo chitarristico affianca l’attività di violinista; ha collaborato con diverse orchestre esibendosi in Italia, Spagna e Francia e si è diplomata sotto la guida del Maestro Gianluca Febo.
Compositori odierni hanno scritto brani per lei: Raffaele Cacciola le ha dedicato "Note di ghiaccio" e Marco Betta il "Preludio per Cinzia" ; entrambi i brani fanno parte del cd "Guitar" che Cinzia ha inciso per l'etichetta Amadeus.